Logo ImpresaCity.it

Ibm lega Watson alle app iOs MobileFirst

Nell’ambito della partnership con Apple, Big Blue mette le capacità cognitive avanzate della propria tecnologia alla portata degli utenti di iPhone e iPad.

Autore: Redazione ImpresaCity

Watson, ovvero la tecnologia di machine learning e cognitive computing sviluppata da Ibm, diventa alla portata degli utenti iOs. Le applicazioni mobili raggruppate sotto l’offerta MobileFirst, infatti, beneficeranno di nuove capacità cognitive, per aumentare la produttività e migliorare l’esperienza dei dipendenti delle imprese.
Grazie a una collezione di Api, Ibm promette alle imprese la possibilità di rispondere in modo personalizzato e granulare alle necessità di ogni utente. Fra i miglioramenti resi possibili dall’integrazione di Watson, si segnala il controllo vocale, che permette di interagire in modo naturale con le applicazioni, con particolare attenzione in contesti come il trasporto aereo o la sanità.
Natural Language Processing, Watson Conversation e altre Api sono state ottimizzate per funzionare con il nuovo framework di elaborazione vocale di iOs 10. Dalle interazioni di dialogo e la disponibilità di dati pertinenti, si dovrebbe arrivare a un processo decisionale più rapido e consapevole.
Ibm ha citato diversi scenari concreti, nei quali poter sfruttare i benefici di Watson e delle app MobileFirst. Per esempio, Passenger+, dedicata agli assistenti di volo, che potranno disporre di informazioni più personalizzate in funzione dei gusti di ogni passeggero. Sales Assist, invece, potrà sfruttare Watson per accedere a informazioni commerciali più pertinenti, mentre Trusted Advice (servizi finanziari) farà leva sul learning machine per ricerche estremamente mirate, analisi delle tendenze sui mercati e ottimizzazione delle raccomandazioni di investimento ai clienti.
Pubblicato il: 27/10/2016

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni